TAGLIO - CPF S.R.L. LAVORAZIONE VETRO FERRO ALLUMINIO ACCIAIO INOX COR-TEN VETRERIA FABBRO SERRAMENTISTA VIA MARCONI 18 int.1 BRUGINE PADOVA, Parapetti, Pensiline, Ringhiere, Cancelli, Cancelletti, Balaustre, Serramenti ed Infissi metallici, Facciate continue, Pale Frangisole, Scale chiocciola elicoidale, Ferro Battuto, Porte e Portoni automatiche, Alluminio/Legno,Serramenti in PVC, Veneto, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Lazio, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia, Veneto, Padova, Venezia, Vicenza, Treviso, Belluno, Bolzano, Trieste, Bologna, Rovigo, Brescia, Milano, Torino, Genova, Livorno, Firenze, Roma, Palermo, Messina, Catania, Siracusa, Ragusa.

REALIZZIAMO ARCHITETTURE METALLICHE E TRASPARENTI
Vai ai contenuti

Menu principale:

SERVIZI > LAV. CONTO TERZI > DIVISIONE VETRO

Il taglio di piccoli pezzi può essere eseguito a mano con strumenti appositi, ma in generale viene eseguito da un banco di taglio. Il banco di taglio è un macchinario a controllo numerico che presenta un piano fisso, solitamente vellutato e con fori per generare un cuscino d'aria (utile per lo spostamento del vetro), che viene chiamato anche "pantografo".
Sopra di questo vi è un ponte mobile che tramite un tagliavetro fornito di rotella in carburo di tungsteno o widia o diamante sintetico pratica incisioni sul vetro a seconda della programmazione eseguita tramite un software chiamato "ottimizzatore", che previo inserimento misura delle lastre come giacenza di magazzino, inserendo le misure da tagliare; il software ottimizzatore è implementato affinché ottimizzi il taglio, evitando al minimo lo sfrido. I vetri tagliati in questo modo verranno poi troncati da un addetto con l'ausilio del banco di taglio. È opportuno in fase di programmazione (se si lavora su grandi lastre) impostare dei tagli verticali sulla lastra in modo che sia più semplice lavorare su due parti più piccole in fase di apertura dei vetri.

Per i vetri laminati stratificati il taglio viene eseguito sia sulla parte superiore della lastra, sia sulla parte sottostante alla parte superiore della stessa, visto che sono due vetri accoppiati, mentre il film polimerico che tiene accoppiate le due lastre (in PVB o polivinilbutirrale) viene generalmente tagliato usando un cutter o imbevendolo di alcool etilico. Nei moderni macchinari, oltre al taglio simultaneo delle due lastre di vetro, c'è anche una resistenza a scomparsa, che scioglie il PVB permettendo l'apertura del taglio.

Cpfpadova -brugine- padova -via marconi 18 int.1

Torna ai contenuti | Torna al menu